Chi siamo

biamcoIncombono le celebrazioni per il Centenario della Grande guerra: una serie di costose iniziative che vedono, tra l’altro, grazie ad uno sbalorditivo accordo tra il ministero dell’Istruzione e quello della Difesa, militari nelle scuole a parlare di guerra.

Non abbiamo dubbi che, con questi presupposti, la Grande guerra viene presentata all’insegna dell’esaltazione del sacrificio per la Patria, dell’onore di essere Italiani “brava gente”, del richiamo alla compattezza nazionale contro i nemici interni ed esterni, della necessità di rafforzare il nostro apparato militare contro le “forze ostili”… Una retorica ormai dilagante che impedisce di comprendere le cause di quello che fu uno spaventoso massacro; un massacro che, oggi che i rumori di guerra si fanno sempre più forti, rischia di riproporsi.

Per questo abbiamo scelto di occuparci della Prima guerra mondiale per evidenziarne le vere cause: la guerra come inevitabile sbocco di questo sistema economico; la repentina  accettazione della guerra anche da parte di insospettabili forze politiche e culturali; la preparazione alla guerra come fucina di un regime sempre più autoritario. Tutte tendenze, purtroppo, oggi in atto.

Per questo – oltre a questo sito, al canale Yotube , alla Pagina Facebook e ad una serie di videoclip che stiamo disseminando in Rete –  abbiamo realizzato una mostra (in questo sito ne vedete una parte)  in formato tavole e in formato rollup che sarà messa a disposizione di scuole, associazioni, centri sociali di Napoli e provincia per supportare un momento di confronto sulla Grande guerra e sulle guerre imperialiste del secolo scorso. Chi volesse sbirciare la mostra in formato tavole può farlo qui; chi volesse vedere il formato rollup può farlo qui.

Per vedere il videoclip promozionale della mostra clikka qui